27.11.11

Facecook: l'angolo cottura del mercoledì alla domenica e neanche completo 13



Stasera niente vaccate, si fanno le cose serie.
Bando a frivolezze, quisquilie, inezie, facezie e Rete 4. Una ricetta veloce, ingredienti, foto, procedimento e poi tutti sul divano che c'è X-factor.

A dire il vero la ricetta prevede solo il dessert, ché stasera l'aria è satura di dolcezza, il pomeriggio è trascorso sonnacchioso ingurgitando schifezze salate stravaccati su un triclinio etrusco.
La necessità di cioccolato è ai livelli defcon 3.

Iniziamo col prendere 100gr di cioccolato fondente, va benissimo un 70% ma so che c'è gente malata al mondo e quindi non mi sbilancio con le percentuali. Prendiamo anche 80gr di burro.

Adesso, la teoria dice che dovremmo scioglierli a bagnomaria.
Ma è una roba che proprio non mi piace fare, quindi mettiamo tutti in un pentolino, abbassiamo la fiamma al minimo e lasciamo che il primo principio della termodinamica ci confermi che le leggi della fisica continuano a valere in questo universo.

E anche per stavolta valgono. Pucciamo il ditino e assaggiamo.
Ora, ci servono 70gr di zucchero a velo e 20gr di farina 00.
Metto una foto sola che tanto sono uguali.
Per evitare grumi passiamoli in un setaccio e lasciamoli nevicare nel pentolino con un sottofondo di White Christmas eseguito suonando i bordi dei bicchieri inumiditi.

Due uova.
Di gallina.
Ah, le uova vanno rotte prima di essere annesse. Se non siete in grado sappiate che vi concedo di avvalervi dell'EZCracker.
Dopo aver abilmente amalgamato tutti gli ingredienti con l'aiuto di una frusta, utilizziamo il composto per riempire degli stampini precedentemente imburrati.

Per l'occasione ho scelto delle incantevoli formine in silicone a forma di cuore (e che deliziose tendine...).

Adesso arriva la parte più delicata, perché se li lasciamo troppo in forno il cuore morbido di cioccolato rischia di trasformarsi in una specie di Spongebob inzuppato nel Ciobar.
Quindi, portiamo il forno a 180 °C e prepariamoci con attenzione a trascorrere i prossimi 8 minuti, accendiamo la luce e cominciamo a osservare: appena inizia a formarsi la crosticina sopra fermate tutto, chiudete il gas, abbassate la leva del contatore, lanciate un siluro contro la cabina dell'Enel, bombardate l'Ucraina. Insomma qualsiasi cosa pur di poter bloccare quell'istante perfetto e suggelare con un sigillo di bontà quel momento di meraviglia.

Ecco, se siete stati abbastanza bravi il risultato è questo.

Ospiti soddisfatti ma comunque ciarlieri:

Puccio anch'io il ditino

Meehehe!

Non mi piace il cioccolato... Ah! Ah! Ah!
Preferisco i baci!

2 commenti:

È l'ultima cosa che potrete dire in questo posto. Pensateci bene prima di scrivere le solite cazzate...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...