28.12.12

La donna nuda


Ciao.
Potrei dire che ho voluto prendere il giusto tempo per meditare.
Che è un argomento delicato e quindi ho ritenuto necessario misurare le parole.
Che certi discorsi meglio lasciarli fare agli altri.

In realtà no, è che non ne avevo voglia.

Quindi arrivo adesso, quando tutto è già stato detto. Quando si è già provveduto a tirare per la giacchetta i propri cazzo di dei, l'etica, la morale, i bambini, la famiglia, la natura, l'animalità, il sistema, la televisione, il porno, internet, Mary Quant, le suffraggette, le statistiche, la Cina, il degrado, l'occidente, la libertà, l'autonomia, la convenienza, la Chiesa, il decoro, le puttane, i valori, gli abiti talari, gli abiti succinti, il ruolo della donna, l'autonomia, la dignità, i parcheggi, le opinioni, il vangelo, la strada, la casa, l'escatologia, le radici cristiane, e loro di loro non parlate, e quando c'era lui, e prova ad andare dai musulmani e vedi, la sottomissione, l'amore, i diritti, l'uomo.

Pare 'na canzone di Rino Gaetano, lo so. Ma tanto è già stato tutto detto.

Per chi fosse ancora intontito dalla crema al mascarpone, il riferimento è questo.
Riassumendo: un parroco che espone in bacheca un volantino che in pratica dice Donne, vi violentano? Caz Colpa vostra!
Per comodità riporto qui la chiusa del testo:
"Quante volte vediamo ragazze e signore mature circolare per strada con vestiti provocanti e succinti? quanti tradimenti si consumano sui luoghi di lavoro, nelle palestre e nei cinema? Potrebbero farne a meno. Costoro provocano gli istinti peggiori e poi si arriva alla violenza o abuso sessuale (lo ribadiamo. roba da mascalzoni). Facciano un sano esame di coscienza: forse questo ce lo siamo cercate anche noi?". 

Ora, tralasciando il giudizio sul parroco (che rappresenterà pure spiritualmente 'sto cazzo, ma rimane comunque una figura di riferimento di una qualsivoglia comunità) [no, non lo tralascerò il giudizio, è solo un trucco], c'è una frase che mi ha dato da pensare.
A un certo punto, incalzato da un giornalista, l'argomentazione del prete è stata:
Mettiamo che lei veda un donna nuda davanti a lei, che cosa prova?

Capite? Il problema è la donna nuda.
Cioè, la donna nuda in generale.

Non importa il come, il perché. La donna secondo 'sta gente non ha contesto, non può averlo. Solo donna: nuda o vestita. Come il gelato. Con panna o senza. Anzi, del gelato puoi scegliere anche i gusti, e se in cono o coppetta. E il topping. E il biscotto.
La donna no, o è nuda o è vestita.

Non c'entra che sia appena uscita dalla doccia nella casa in cui sei entrato sfondando la porta, o in discoteca, o in un quadro, in tv, in un campo nudisti, in un'installazione artistica, mentre allatta, mentre partorisce, in sauna, sul set di un film porno, dal medico, in bagno, sul divano che ti dice leccami la figa. Non c'è differenza, non c'è contesto. Se si tratta di una donna nuda è tutto uguale.

Gli istinti, le reazioni, le azioni, i riflessi, i comportamenti, gli esiti. Anche quelli. Tutti uguali.
Perché anche l'uomo non ha contesto.  Non per loro.

Svilente vero
Gli egocentrismi funzionano così. Se l'unico mondo esatto diventa il tuo, se non conosci altro modo di misurare gli altri se non te stesso, finisci col vedere il mondo come una proiezione di te, incasellando i comportamenti degli altri in quello che tu faresti, trasponendo nella realtà degli altri la propria, fino a farli diventare una tua replica, perché è questo che vorresti, questo il fine ultimo della tua esistenza.

Ecco, 'sta gente è così. Non è in grado di stare di fronte a una donna nuda, a un chierichetto vestito, a due uomini che si baciano. Ed è talmente tronfia di sé da credere che tutti siano così.
Che tutti siamo così.


[Le donne nude sono belle.
Sono belle anche vestite. Però nude...

A volte ti eccitano che proprio non capisci più un cazzo e ti verrebbe da saltar loro addosso, altre volte sono belle e basta.
Vabbé, ci sono delle volte in cui proprio non si possono guardare. ma sono belle lo stesso.
E anche quando ti verrebbe da saltar loro addosso non è che lo fai, ma non perché sia illegale o per non far vedere che sei un mascalzone, ma perché sono donne. Sono quanto di più meraviglioso esista su questo schifo di mondo dopo la pizza, come cazzo puoi pensare di violentarle?
Poi, se parliamo di quella sul divano che ti dice leccami la figa, allora che sì che le salti addosso, devi, ma perché lo vuole lei.

Ecco, le donne sono belle perché lo vogliono loro.]


A tutte quelle che passano di qui.


88 commenti:

  1. ...si depila col bic (pavlov ecc...ecc...)

    questo vuol dire che da oggi in poi ci risponderai in modo educato e gentile?

    8-)

    RispondiElimina
  2. e vabbé, uno si sforza anche di dar torto al clero... poi arriva questa e già mi vengono i dubbi.

    Dalle mani me le levate, cazzo, mi pare che qui l'unico che ci mette un attimo d'impegno a non rispondervi male sia io!

    8-) = Alabarda Spaziale

    RispondiElimina
  3. ah, ecco, mi pareva.

    :-ø

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda, sai bene che non lo dico solo perché oggi è il 28 dicembre (e si sa...), ma siete tutte splendide. Ognuna a modo suo, naturalmente.
      Poi là fuori ce n'è anche che non è splendida per nulla, insomma, di gente di merda ce n'è di tutti i sessi e di tutte le sorti.
      Ma di quelle che passan di qui sono proprio orgoglioso, belle persone proprio.

      Elimina
  4. Questo discorso lo ha fatto una mer.., ops, un prete rivolgendosi alle donne, perché evidentemente erano loro l'oggetto del morboso desiderio di quel coso vestito da cornacchia, ma lo si può estendere a chiunque, a partire dai bambini. Forse proprio su questo blog avevo riportato le dichiarazioni di un certo padre Benedict, che sosteneva la colpa dei bimbi nel sedurre i preti.
    Si giustifica l'abuso dando la colpa proprio a chi lo subisce, alla parte debole, qualunque essa sia. È una deresponsabilizzazione totale.
    Ma la cosa peggiore è che chi fa queste esternazioni ha dalla sua uno dei poteri politici più forti esistenti al mondo, che, dietro la presunta sacralità, compie le peggiori porcate ed in ogni ambito e trovano sempre il modo per farla franca.
    E mettiamoci anche il fatto che secondo me in molti, e non solo uomini, sotto sotto sono d’accordo con un discorso del genere. Noi provochiamo, nostra è la colpa.
    (Ora mi fermo perché mi vengon fuori solo insulti :P)

    RispondiElimina
  5. vai che eri ben avviata... continua... dille tutte!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha no, no.
      Guarda a me certi discorsi mi fan girare i maroni in una maniera assurda. Mi viene un po' di acidità.

      Elimina
    2. Scusa gli errori, sono incazzata.

      (p.s. bella la canzone)

      Elimina
    3. e allora vai... questo è un blog regolatore dell'acidità. come il maloox.
      Oggi è il 28 dicembre, cazzo. Ce l'hai con le scie chimiche? dillo!
      la transustanziazione è una cazzata? urlalo!
      ti scoperesti il papa? diciamolo a tutti!!! (se sei minorenne e vuoi scoparti il papa, sai già che c'è l'account twitter, vero?)

      Elimina
    4. e che errori? questo è un blog che tollera gli errori di tutti ^_^

      Elimina
    5. Quando mai tu tolleri errori? ^__^

      Comunque sì la transustanziazione, la consustanzialità, l'infallibilità papale, la trinità, la verginità della madonna e tutta quella massa di minchiate conciliari e non sono un'emerita, gigantesca, assurda stronzaaaaata.
      Certo è che se ci mettiamo qui a dire tutto ciò che ci sta sulle scatole non finiamo più.

      Elimina
  6. Conosciamo tutti da millenni il pensiero della chiesa cattolica su certi argomenti pruriginosi (chiamiamoli così). In questo caso particolare è il pensiero di un testa di cazzo e in tutta italia si discute del LIBERO E SACROSANTO pensiero di un testa di cazzo.
    Come abitante di questa "repubblica" da 40 anni so bene cosa sia avere come capo o punto di riferimento politico (anche morale) un povero testa di cazzo.

    forse non andava dato tutto il peso che si è dato a questa notizia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS: adoro klimt e tutte le sue donne. ottima scelta.

      Elimina
    2. prima dicevo a ran proprio la stessa cosa. di cojoni così è pieno il mondo. dar troppa corda vuol dire spargere la loro voce. a che pro?

      Elimina
    3. ma infatti non è la loro voce che dovresti far spargere, ma la tua.
      Cioè, se vuoi.

      Io la mia non voglio, sono allergico alla partecipazione. Però se mi capita di voler dire qualcosa, bah, ogni tanto la butto lì

      Elimina
  7. permettimi, ma questo non è un argomento pruriginoso.
    Si parla di violenza e, cosa ancora più grave, la si giustifica addossando colpe alle vittime. Lo si fa con le donne, coi bambini, con gli omosessuali e con tutti coloro che non rientrano in un determinato standard.
    E lo si fa in modo sistematico e avallato da una struttura inserita a tutti i livelli della società.
    A parte che quello che tu chiami testa di cazzo è un rappresentante di un'associazione privata e come tale parla, e soprattutto parla come figura di riferimento di una comunità quali i preti, in Italia, sono.
    Ecco, a parte questo, il pensiero è Libero e Sacrosanto non c'è dubbio, sono il primo a prumulgare questa visione assumendomene fino in fondo gli oneri, primo tra tutti che dev'essere libera e sacrosanta anche la reazione.
    Ecco, a me spaventa che in realtà non sia una testa di cazzo. Spaventa che lo stesso pensiero sia diffuso.
    E non perché il mio sia migliore, ma perché il mio è mio. Ed è migliore.

    Cioè, a me risulta che in Italia l'istigazione e la diffamazione siano ancora reati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' fascismo. E non è mai morto e sta tornando di gran moda tanto che i fascisti cominciano a far sentire la loro voce.

      La tua reazione è sacrosanta, il clamore sparso dai tg1,2,3,4,5,6,7... mi fa sempre pensare che la notizia serva a distrarre la massa, come la farfalla di belen.

      è successo qualcosa? c'è stato qualche provvedimento che doveva passare inosservato ? mah...

      Elimina
  8. ma è indubbio. ciò che intendo è che più se ne parla più 'sto scemo si fa forte perché ciò che dice arriva a tutta quella branca di malati che la pensano uguale e che, avendo un simile portavoce, si sentono ancor più giustificati.
    la cosa andava circoscritta, secondo me, senza riempire pagine di giornali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda, hai ragione e in genere me ne sto ben distante da 'ste cose, soprattutto se c'è il rischio di fare da cassa di risonanza a certi abietti. È che boh, a me pare che su certi argomenti abbia più valore l'effetto benefico verso le pie devote che di fronte a certe situazioni aprono gli occhi, che non l'ascendente negativo su menti di per sé già traviate e quindi comunque perse.

      Comunque io volevo solo dire che siete meravigliose, il resto è un pour parler

      Elimina
    2. le pie devote, almeno quelle che conosco io (generazione di mia madre, per dire), la pensano uguale.

      Elimina
    3. vabbé, proverò a sdevotarle io

      Elimina
    4. se aspetti un momento ti cerco i numeri

      Elimina
  9. Meravigliose... Chi? Io e Ciku? :D

    (Comunque è vero, bisognerebbe non dare risonanza a certe cavolate. Certo è che se io fossi a capo di quella associazione privata capillarmente diffusa, che agisce da millenni plagiando le menti di di tante persone, non mi sentirei più rappresentata da un essere che fa affermazioni del genere, che sottintendono una scusante alla violenza. Ma questo è un pensiero mio e temo non sia quello della chiesa. E anche questo mi fa pensare.).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (quale capo? quello che dice che i gay minano la pace? 'spetta e spera...)

      Elimina
    2. se tu fossi il capo, il sesso prematrimoniale non solo sarebbe ammesso ma addirittura obbligatorio

      Elimina
    3. non penso esisterebbe nemmeno il matrimonio :D
      ma poi tu che ne sai?

      Elimina
    4. beh, la battuta è nata con 'sesso anale', ma ci tengo a non essere volgare

      Elimina
    5. finchè usi il termine "sesso anale" non sei volgare. ovvio che sarebbe ammesso e per tutti, nel senso che anche tu potresti riceverlo se volessi e senza alcun tipo di pregiudizio da parte mia :D

      Elimina
    6. ah bene. mi piace sbatterlo nel sesso anale ^____^

      Elimina
    7. beh, nella mia ipotesi non eri tu a "sbattere" :P

      Elimina
    8. sì beh, sapessi le mie di ipotesi

      Elimina
    9. per non parlare dell'ipofisi, poi...

      (ok, ok, vado)

      Elimina
    10. il pezzo forte è l'iporchidismo però

      Elimina
    11. questi della apple ne inventano una dietro l'altra

      Elimina
    12. tutta roba che ha fatto ancora steve jobs...

      tempo due anni e saranno tutti con le pezze al culo

      Elimina
    13. Ecco, siamo ritornati al culo. Monotematici :D

      Elimina
    14. è lei! io volevo parlare di computer.
      si vede che è fissata!

      Elimina
    15. Ciku, insomma. Non fissarti eh :D

      Elimina
    16. cos'altro mi resta? vago nella brughiera disperata. heathcliiiiiiff

      Elimina
    17. maestraaaa, ciku mi fissaaaaa!

      Elimina
    18. Voi due siete impestati. :D

      Elimina
    19. e vabbé... parleremo di 'sto culo... pfffff

      Elimina
    20. dannati preti frustrati! (tento di tornare in argomento)

      Elimina
    21. Ah, è vero. Che schifo! (i preti frustrati eh, non il culo)

      Elimina
    22. pensa al culo dei preti frustrati, poi

      Elimina
  10. Risposte
    1. salve! ragazza che imbratti i muri del metrò...
      e davvero addio.

      Elimina
    2. ho finito il vov oggi... ma ne è valsa la pena

      Elimina
  11. La sua l'avrebbe chiamata imprudente provocazione, poi...e in effetti di conati di vomito me ne ha provocati a non finire, con la sua imprudenza. Comunque che vada a farsi fottere (nel suo caso, tra l'altro, può benissimo suonare come insulto E suggerimento al tempo stesso).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi unisco al suggerimento ;-)

      Elimina
    2. Già...con il suddetto parroco come eccellente sostituto delle classiche due dita in gola o altri rimedi artigianali

      Elimina
    3. Minerva, quando ci vuole ci vuole ;-)

      Elimina
    4. Finalmente un uso consono della religione ;-)

      Elimina
    5. @Giuseppe: leggi la mia argomentazione, a tal proposito, nel commento sotto ;-)
      [disclaimer. "sotto" nel senso "qui di seguito" e non da intendersi "sotto la tonaca"...]

      Elimina
    6. @Minerva: beh, dai, non è che sia proprio egocentrismo il tuo :-) ...e, a ben vedere, se proprio di proiezione si deve parlare allora la tua potrebbe consistere nel cercare di proiettare un po' di sano buon senso nel mondo che ti circonda (non si intende plasmarlo a propria immagine e somiglianza, tutt'al più si coltiva la speranza -istintivamente legittima- di renderlo leggermente meno merdoso di quanto già non sia)...
      P.S. Sì, avevo intuito che la tonaca non c'entrava per niente ;-)

      Elimina
    7. Oh, non è egocentrismo volere il mondo a mia immagine?
      Vero, è narcisismo :-P

      Elimina
    8. Beh, cara la mia Narcisa, ma se si tratta di una bella immagine al mondo non può fare altro che bene, no? :-)

      Elimina
  12. Sono anche io dell'idea che certe sparate di minorati non dovrebbero avere eco. D'altronde so anche che hanno eco comunque e quindi apprezzo molto che Mauro ne abbia parlato qui, con la sua solita intelligenza, grazia e ironia - che magari porterà qualche demente in più, che passa di qui per caso, a pensare e magari trattenersi da uno stupro legittimato da un'autorità religiosa.
    Sono profondamente avversa al concetto che il crimine stia nell'azione e nel modo di porsi della vittima e non negli occhi - e quindi nella successiva azione - del carnefice. Anche perché una cosa del genere ridurrebbe quelle che sono persone a pura bestialità priva di pensiero e di capacità, appunto, di contestualizzazione. Il problema è che io stessa pecco d'un errore che Mauro stesso segnala: sono un'egocentrica, e quindi penso e scrivo affinché tutti funzionino come me - ovvero io parto dal presupposto che tutti siano persone complete, sensate, capaci di riflettere e contestualizzare e parimenti vedo il mondo come una proiezione di me, e incasello i comportamenti degli altri in quello che io farei. E a volto dubito che questo mio agire sia corretto, per quanta bontà, rispetto degli altri, amore anche nei confronti di tutti, ne sia a premessa :-(((

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai, il grosso timore che ho è che non sia una sparata e che non sia minorato...

      comunque ci do (a tutti) una brutta notizia... il mondo non è una proiezione di te. C'è gente che davvero non capisce un cazzo, che non è sensata, incapace di riflettere.
      E c'è anche un mondo di tette sotto la quarta.

      Elimina
    2. porca miseria, riempio (sebbene a tutto tondo) solo una terza :-(

      sì, temo anche io che ci sia un esercito di violenti insensati porci (scusa, eh, ma ci vuole!) come questo. avessi la certezza dell'impunità penale andrei a mettergli un cero dove non batte il sole. ma lo farei lentamente e parlandogli con dolcezza, ché provi piacere e quindi ciò diventi un atto pedagogico per renderlo edotto anche della bontà del sesso omo...

      Elimina
    3. Basta che tu lo accenda prima :)

      Elimina
    4. @Random Walk: mi stai proponendo di allargare l'azione pedagogica a includere il rispetto verso i sadomasochisti non come devianti marginali ma come persone complete con gusti precisi e filosofia correttissima basata sul "sano-sicuro-consensuale"? oh, mirabile appunto, il tuo: volentierissimo accendo il cero, cara :-)

      Elimina
    5. Allarga pure ... ops scusa ... accendi pure :D

      Elimina
    6. ma prima si infila e poi si accende? diventa complicata la cosa...

      Elimina
  13. prima si accende, poi si infila, ma lì naturalmente si spegne. Allora si ritira fuori lentamente, si riaccende e si reinfila. Fatto con una candela di cera d'api vergine e naturale, senza coloranti né additivi, s'ottiene un risultato mooooooooooooooooooooooooolto più interessante ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Detta così pare essersi trasformata in una cosa interessante ;-)

      Elimina
    2. Scusate ... mi ero allontanata un attimo per andare ad accendere un cero :D

      Elimina
    3. Vuoi provare anche tu ad essere devoto? Mi vuoi far da portacero?

      Elimina
    4. Mi pare sia la seconda volta che me lo proponi... Hai delle velleità da strap-on?

      Elimina
    5. Mhm, io non t'ho mai proposto nulla eh

      Elimina
    6. Sarà il subconscio allora ;-)

      Elimina
    7. Allora è il tuo subconscio ad avere velleità da strap-on :P

      Elimina
    8. Non sei molto ferrata in anatomia, forse. A me non serve ;-)

      Elimina
    9. Sì, ma io intendevo che forse hai un subconscio ricettivo ;)

      Elimina
  14. (m'avete fatto venire in mente il racconto di un signore che recita con me. pare che, quando faceva il minatore in belgio, lui e i suoi compagni di stanza erano soliti divertirsi in questo modo: uno si metteva sotto le coperte culoall'aria con in mano un'armonica e un altro gli infilava una moneta nel sedere. a questo punto da sotto le lenzuola partiva la musica. lo chiamavano il jukebox. scusate l'ot)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare che anche Musil nel Torless parli di un gioco simile. Grazie per il contributo culturale.




      (portatela via...)

      Elimina

È l'ultima cosa che potrete dire in questo posto. Pensateci bene prima di scrivere le solite cazzate...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...