7.12.12

Asserayeaye


(ex I sublimi segreti delle Aye-Aye sister)

Ho appena scritto una roba tutta seria, ma non mi va.
Davvero, non mi va più. Non adesso.

Che a guardarsi indietro tanto ce n'è già che basta.
È che non serve.
Non è mai servito. Magari.
E poi adesso non ne ho più. Dighe di castori.

Ciku l'ultima volta non ha tirato il dado. Non poteva.
Le solite questioni di controversie internazionali e regi decreti. Cose per noi tecnici.

Però l'aye-aye l'ha nominato.
Troppo tardi, forse. O forse troppo presto.
Però aye-aye l'ha detto.
(ha detto ajeje brazov e tutti giù a ridere. Solo io sono andato a cercarmelo in internet, che Aldo Giovanni e Aldo proprio non mi rimangono nella memoria. Sarà che ho fatto la scarlattina abbastanza da grande).

Non avendo lanciato il dado non è possibile redarre la scheda completa di pierangelesca fattura.
Però, e quando dico però sono assolutamente magnanimo, non è possibile che la maggior parte di voi muoia senza aver visto un aye-aye.
(sì, su questa cosa del morire so delle cose che voi non sapete [ma non posso dirvele se no dovrei uccidervi], insomma non c'è verso che vi salviate!)

Quindi vi dirò solo due cose.
L'aye-aye c'ha sempre la stessa espressione per tutto.


E infatti, vi regalo un lieve compendio che mi sono costruito negli anni per decifrare la variegata mimica dell'aye-aye. Ma solo questo.

Sì, alcuni non li ho pubblicati che me li tengo in serbo per i tempi grami.
Altri perché è una cosa segreta che solo io e l'aye-aye supremo sappiamo.

Peace!

19 commenti:

  1. quello ilare si vede proprio che è ilare. grazie, quand'è che mi uccidi ??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si chiama Ilare Blasi infatti

      Elimina
    2. Potresti uccidere in questo modo...
      P.S. Va bene che la scheda non può essere completa causa mancato lancio, ma l'importanza marinaresca del piccolo lemure poteva essere menzionata almeno di sfuggita...

      Elimina
    3. Non confondiamo il dialetto geordie con la lingua degli sciamani del Madagascar

      Elimina
    4. Effettivamente da Newcastle al Madagascar c'è qualche miglio (marittimo) da percorrere ma, più che confusione, qui la si poteva intendere come contaminazione linguistica

      Elimina
    5. la contaminazione linguistica mi pare una roba da malattie veneree

      Elimina
    6. Secondo tradizione, il marinaio ha una donna in ogni porto...quindi sì, potresti aver ragione. il rischio c'è ;)

      Elimina
  2. c'è stato un tempo in cui aldo giovanni e aldo han fatto meraviglie. poi son passati al cinema e si son fottuti.

    scarlattina eh. capisco.

    RispondiElimina
  3. Beh se hai finito le dighe di castori potresti sempre parlare di frangionde dei dragoni di mare ti pare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no no, fermi. Mica funziona così. Prima si tira il dado e poi, solo poi, in base a quel che esce si decide... non facciamo a tutti i costi i soliti italiani all'estero!

      Tu hai già in canna un onorevole pesce blob, diamo il tempo alle cose di maturare.

      Voleva tirare il dado bananatree (ex kiara, ex d'autretemp, ex issohardtosee, ex fille bizzarre) ma evidentemente è occupata a cambiarsi nick (e si deve laureare. Ti sei laureata?).

      Poi c'è anche checazzodiminchiatelodicoafarecristo che non ha ancora capito come si tira.

      Ecco, insomma. Non siete neanche tantissimi. Un po' di ordine! ^___^

      Elimina
    2. Ordine un par de ciufoli! Ti pare che sarei anarchica, mi piacesse tanto l'ordine? Ma và, và :-)

      Elimina
    3. beh, l'anarchia è un auspicio di ordine

      Elimina
    4. Ma non mi riferivo affatto al gioco dei dadi! (difficilmente ripevo due volte lo stesso gioco), mi riferivo a:
      "Che a guardarsi indietro tanto ce n'è già che basta.
      È che non serve.
      Non è mai servito. Magari.
      E poi adesso non ne ho più. Dighe di castori."

      Che suppongo non fosse inerente al lancio dei dadi no?

      Elimina
    5. a me risulta che tu sia in grado di fare tutta la notte lo stesso gioco ^_^ (sì, parlo del monopoli!)

      Maledetti castori.

      Elimina
    6. Non so giocare a Monopoli ;)

      Ma insomma perchè ce l'hai tanto con i castori porelli?

      Elimina
    7. quando avevo 3 anni un castoro si è intrufolato in casa di mia nonna e ha gridato OMISSIS

      Elimina
    8. Ah ecco, ora è tutto chiaro.

      Elimina

È l'ultima cosa che potrete dire in questo posto. Pensateci bene prima di scrivere le solite cazzate...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...