29.11.12

Wanted 5



Arriva il momento per ogni blogger di doversi rapportare coi propri lettori.
Io di mio lo faccio ogni mese (prima era ogni tre mesi, poi ogni due, la prossima volta sarà quindicinale).
Perché?

Perchè (non non l'ho scritto con l'accento sbagliato, mi è appena venuta un'ideona. Dato che ho sempre invidiato quelle forme in cui il "perché" si dice in maniera differente quando domandi e quando rispondi (Why-because Pourquoi-parce que, ...) ho deciso che anche l'italiano necessita di tale distinzione. Perché domanda, perchè risposta. Fighissimo!), dicevo, perchéè in certi contesti uno non sa più che cazzo scrivere e quindi è d'uopo adottare il trucco più vecchio del mondo (no, quella è una pratica sessuale non un trucco): far lavorare gli altri al posto tuo!

Voi scrivete, fate le ricerche, arrivate qui con la speranza di una tanto agognata risposta. Io copio e incollo e vi prendo per il culo. Facile, diretto, indolore. Come un piercing allo sfintere.

Perché qui, a parte quei quattro gatti quelle quattro gattine che scrivono, sfottono e lanciano dadi (ah, dato che nessuno ha tirato vale il pesce blob di Orsa, volevo ricordarvelo), capita che a questi lidi approdi la gente più disparata.
E dato che tra noi giovani blogger vige la regola di dare una mano agli internauti in difficoltà, no, l'altra mano, che noi giovani blogger facciamo tutto con una mano sola che l'altra c'ha sempre altro da fare (che genialata internet!).

Vabbé, avete capito cosa mi sto apprestando a fare. L'ordine dipende da come 'sto cazzo di robo carica le foto, che pare avere un dio per i cazzi suoi.
Ci vediamo alla fine, con chi rimane.





Il latte è intero,
il pane integrale,
la luna piena,
il pasto completo.
L'unica separata in questa casa sei tu. Auguri.

Oppure

Ti sarai anche separata, ma a noi sembri ancora grassa come prima. Auguri.

oppure

Aug. Visto che da due giorni sei separata, ti abbiamo diviso anche gli auguri!






Allora, io conosco:
- la prostrata di strutta
- la zuppa in sfese
- le spogliatelle
- la pantera napoletana
- il marzapene
- la sucker
- la milletroie
- i pompini di dama
- la sbavarese
(fuori concorso per eccessiva popolarità: tiramelosu e cazzata siciliana)





















- Quando ho usato il dildo hai urlato tantissimo, ti è piaciuto eh?
-  Hai usato la senape al posto del lubrificante, coglione!

- Ti piace se faccio così?
- Solo se vai a farlo fuori di qui!

- È la terza volta che scopiamo, non che mi dispiaccia ma perché mi hai sempre dato solo il culo?
- Sono un uomo, pirla!

- Ti va di stare sopra?
- A quale dei tre?






Una volta a una mia amica hanno rubato la fica sotto la gonna.
Bisogna stare attenti con le gonne, non sono sicure come i pantaloni, la fica è esposta e raggiungibile da ladri e borseggiatori. Quindi, sì alle gonne ma con prudenza!

Donne a cui hanno rubato la fica sotto alla gonna



















Beh, ammetto che quando ero giovane c'ho messo del mio. Poi l'età, i legamenti che non tengono, le cartilagini che si indeboliscono. Comunque voglio dare un consiglio a tutti voi nuovi giovani che volete praticare il pompino acrobatico: sì avvitamento, no carpiatura.





Sfatiamo un mito: non è vero che unendo due delle cose più buone del mondo si ottiene una cosa ancora più buona. Comunque voi siete dei cazzo di malati, non ve l'ho mai detto ma questa volta proprio non posso esimermi, porca la puttana troia: la burrata? Ma la burrata dove? No, aspetta, ditemi che volevate scrivere (s)burrata...





Bene, siete capitati nel posto giusto.
Ho fatto un master in estathé nel 1995, poi un corso di perfezionamento nel 1996, l'esame di sommelier da estathé nel 2000, poi i premi, la consulenza in Ferrero per perfezionare la miscela, il vibratore a forma di bottiglia... ah, quanti ricordi.
Il mio giudizio è che l'estathé è la figa delle bevande: quando non c'è la vorresti e quando c'è non vedi l'ora di bagnarti le labbra.






Consiglio quello in polvere.


40 commenti:

  1. Ho appena scoperto di essere una cazzo di malata.
    E sì perchè ammetto di non aver avuto nessuna difficoltà nell'immaginare il pompino con burrata.

    Ciao,vado ad internarmi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non internarti da sola, potresti essere pericolosa per la tua incolumità. Prendo 2 chili di burrate e arrivo

      Elimina
    2. Questo è sempre lo stesso che da me cercava la "figa che si masturba con la ricotta". Un caseoerotomane.

      Elimina
    3. no, quello ero io. E comunque avevo sbagliato a digitare, volevo scrivere Fibra. Il mio cantante preferito ^_^

      Elimina
  2. stavo appunto valutando usi alternativi per il peperoncino.... meno male che ci sei tu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, ho visto tutte le puntate di Master Chef

      Elimina
  3. Ecco, temo di essere malata anche io come orsa. Nessun problema ad immaginare il pompino con burrata.
    Ti dirò di più. La prima cosa che mi sono chiesta è perchèé abbiano usato il termine porno. Esiste il non porno pompino con burrata? Mah..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora, il mio cell è 349.39°°°°°

      In realtà il porno era abbinato alla burrata, non al pompino.
      La burrata è porno, il tomino è non porno. Il galbanino è porno, il gorgonzola non è porno, l'emmenthal è gang bang.

      Elimina
    2. Ecco perché ho sempre amato il galbanino. Ora mi spiego tante cose.
      (comunque il gorgonzola a me fa un certo effetto :P)

      Elimina
    3. Beh, dipende dall'effetto ^_^

      Comunque da queste parti si dice che 'el formajo de botega fa tirar la tega'

      (ah, adesso capisco perché mi chiamavano galbanino) ^____^

      Elimina
    4. Ah ... bel soprannome. Me gusta ^__^

      Elimina
    5. allora il mio cell è 349... ahahahaha!

      Elimina
    6. ahahahha grazie, stamattina mi ci voleva una bella risata.

      Elimina
    7. Accidenti, pullula di caseoerotomani il tuo blog... la gente è proprio strana.

      Elimina
    8. solo perché non hai ancora provato il galbanino, poi mi dirai

      Elimina
    9. Darling, al limite potevi parlarmi di robiole al tartufo o di castelmagno. Ma robaccia industriale da scarti no!!!

      Elimina
    10. ah, ma il galbanino si mangia anche?

      Elimina
    11. Non lo so, ma non lo metto a contatto con alcuna parte del mio corpo comunque...

      Elimina
    12. per me il gorgo è porno.... anal

      Elimina
  4. In effetti Random Walk, non siamo noi ad essere malate è che qualcuno non sfrutta bene la propria immaginazione (mi meraviglio di Minerva).

    L'Auricchio però mi dà l'idea di essere gay.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero. Prendi per esempio il quartirolo. Nessuno se lo fila e invece racchiude in sé una carica erotica che JhonnyDeppMaLèvate!

      Elimina
    2. E infatti io mica me lo filo l'auricchio.

      Elimina
    3. neanch'io. Piuttosto mi faccio una zighera

      Elimina
    4. lo squacquerone invece se la tira ma combina poco.
      ok, detta la cazzata, addio.

      (johnny)

      Elimina
    5. il solito provolone.

      (non è che per un refuso adesso mi diventa meno figo, quindi in quel contesto va benissimo scritto così - che poi, l'italiano è una lingua ed è sacra, l'inglese è una raccolta di suoni quindi si può scrivere come si vuole) ;)

      Elimina
    6. (ok capo. sulla figaggine di depp avrei dei dubbi. diavolo, non ha neanche un filo di pelo in faccia...)

      Elimina
    7. beh, in questo campo non mi pronuncio, che è come se mi chiedessi se è più abboccato il barolo o il brunello di montalcino.
      Però ti avverto che in un contesto differente da quello di questo blog, affermazioni del genere potrebbero costarti la vita.
      Sei solo fortunata che qui i gusti sono quelli che sono...

      (ah, a me la barba cresce)

      Elimina
    8. bah, tanto la mia vita val quel che vale (cit.)

      (allora devi essere f[r]ico per forza. e qui chiudo davvero)

      Elimina
  5. chissà che spiegare angoli, perpendicolari e parallele in quel modo non sia la soluzione giusta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io li ho imparati così, prima non sapevo proprio cosa fosse cubottaedro camuso

      Elimina
  6. buahahah questa sera ho trovato ben tre post! una cestata di corbellerie tutta per me... ma come si tira il dado?? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. corbellerie??? cioè, ma stiamo scherzando? qui si parla di cose serie... insomma, trovamelo te un altro blog dove si abbia il coraggio di dire la verità sul tema formaggio. Altro che scie chimiche.

      Il dado è un simulacro, non è qualcosa di reale, è solo nella tua mente... tu fai un bel respiro, inspiri arancio, espiri blu, guardi per un po' la luce della lampadina e poi scrivi il nome di un animale strano di cui vorresti sapere un po' di più (no, il gatto di tuo cugino con un orecchio solo, il criceto della tua amica che si mangia la carta crespa, la signora dell'appartamento di fronte che se la fa leccare dal carlino, non sono animali strani!)

      Quindi, ricapitolando: rspiro, arancione, blu, lampadina, dado immaginario, nome di animale.

      Via!

      Elimina
    2. A me è venuto fuori il pirlofallo bineuronico. Ne sai qualcosa?

      Elimina
    3. è raro, ma so che c'è addirittura un filmato di quelli con la termocamera in cui si intravede per un attimo.
      Credo però che ce ne sia abbastanza per farci un post ^_^

      Elimina
    4. Attendo curiosa, giassai della mia curiosità ;-)

      Elimina
  7. Ok, va bene, visto che sono stata accusata d'essere priva di immaginazione posso dirvi che no: col formaggio non l'ho mai fatto, né pensato, ma ero assidua lettrice dei Blu Japan Specials e ivi una volta trovai una storia, ambientata in una torrida estate, dove lui tagliava a fette una mozzarella, la metteva nel congelatore, più tardi ne estraeva una fetta gelida, la bucava in mezzo, ci infilava il suo... ahem, ci siamo capiti... e così poi lo introduceva nell'accaldata solita liceale vergine innamoratissima di lui. Ok? Può andare bene anche se non me lo sono sognato io, ma l'ho letto? :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io mi sono scopato una che lavorava al reparto freschi di un supermercato (di cui non posso dire il nome), vale?

      Elimina
    2. Non lo so: il post è tuo, rimba, sei tu che fai le regole (tra l'altro, hai visto che invece nell'ultimo post mio c'è un po' di veneto? chissà a chi mi riferisco...).

      Elimina
    3. a quello strano che mette le foto dei gattini dentro le angurie. Sicuro che è lui!

      Elimina

È l'ultima cosa che potrete dire in questo posto. Pensateci bene prima di scrivere le solite cazzate...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...