13.6.13

E in un attimo fu gente


Qualche tempo fa si discuteva amabilmente di quali fossero i segreti per rendere un blog popolare e posizionarlo quindi in cima alle classifiche dei motori di ricerca.
Non essendo noi all'altezza di una simile discussione, si erano accantonati subito i dettagli più tecnici tipo la scrittura per il web, i grassetti, i link, i trucchi relativi al SEO. Inoltre, essendo pure abbastanza ignoranti, erano state messe da parte anche tutte quello soluzioni riguardanti gli argomenti interessanti, i temi di attualità, i ragionamenti ficcanti, gli appuntamenti fissi e le brillanti e sagaci battute.
tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette
Insomma, sfoltendo tutto il ragionamento da quei particolari accessori da noi così ostici da interpretare, anche affidandosi a rasoi di Occam, sintesi induttive, tragitti mentali alla Sherlock Holmes, il responso era al tempo apparso unanime: tette!
tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette
E spulciando nella rete, sembra impossibile, ma le conferme a questa teoria paiono imbarazzatamente lampanti.
Nel 2004 un team di ricercatori dell'università di Berkeley mise online un sito composto da un'unica pagina. Al suo interno solo la parola Boobs.
 tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette
tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette
Nei quattro mesi in cui rimase aperto raccolse un totale di 1.800.000.000 di utenti unici, con una media di 15 milioni di pagine viste al giorno (che sono tipo quelle che fa il blog di Grillo al mese, tanto per capirci...)

Nel luglio del 2008 una studentessa di Melbourne pubblicò su ebay un annuncio per la vendita di una foto non censurata delle sue tette. L'intento era quello di raggranellare qualche centinaio di dollari per assistere a un concerto dei Green Day. Grazie al passaparola su facebook però, quell'annuncio divenne un virale e l'asta si concluse dopo 3 giorni con un numero incredibile di offerte (1.700.000) e con un prezzo finale da capogiro: 890.000 dollari.
tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette
tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette
Nel 2011 un ingegnere informatico canadese ricevette una lettera con scritto di mettere la parola 'tits' come commento a ogni riga di codice che stesse scrivendo, lui non lo fece e nel giro di tre mesi fu licenziato, cadde in miseria e gli rubarono l'autoradio per ben tre volte. Allora decise di non ricomprare l'autoradio e gli rubarono la macchina. Poi riprese in mano quella lettera e scrisse un programma che aveva in mente, stavolta mettendo la parola 'tits' in tutte le righe di codice. Quel programma era Whatsapp e lui è diventato ricchissimo.

Partendo da questi presupposti mi era stato suggerito di inserire ogni tanto delle righe vuote che in realtà vuote non sono, ma che contengono ripetutamente la parola 'tette' scritta in bianco. E questo è quel che ogni tanto faccio, anche in questo post se notate basta evidenziare col mouse le righe bianche e il trucco viene svelato. Cioè, una passata di mouse e appaiono le tette: è una metafora dei tempi moderni.
tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette culo
Il punto però è se effettivamente questo basta... E se fosse invece il caso di parlarne? Capire effettivamente come sono nate le tette, chi le ha inventate. Sapete che nelle rappresentazioni precedenti al 40.000 a.C. non venivano mai raffigurate?

E che i più antichi manufatti caratterizzati dalla presenza del seno sono a tutt'oggi un mistero, dato che non hanno fattezze umane ma bensì di una razza antropomorfa probabilmente aliena. 





E lo sapevate che in base a quanto ritrovato nelle tombe dei faraoni e in seguito agli esami alla TAC delle mummie, nell'antico Egitto le tette erano vuote e venivano riempite con incensi e gioielli in base alle ricorrenze e le donne potevano scambiarsele per trovare quelle che meglio si adattavano alla loro personalità?




Insomma, siamo di fronte (cioè, magari dico...) a uno di quegli oggetti meravigliosi che nemmeno ci immaginiamo quanto. Un po' come quelle case a cui passiamo sempre davanti in macchina e poi scopriamo che dentro c'è un affresco di Giotto che una notte c'aveva dormito ma poi si era rovinato un pezzo e avevano chiamato a metterlo a posto un ragazzino figlio del fornaio che si dilettava con la pittura e poi si scopre che era Michelangelo.
Ecco, la stessa cosa, che siamo sempre lì a guardare 'ste tette e nemmeno ci passa più per la testa che storia fantastica possa esserci dietro alla loro esistenza, e spesso anche che persona fantastica possa esserci dietro, ma quello in genere dipende dal fatto che sono troppo grosse e la persona fantastica non si vede più di tanto.

Ecco, forse un blog che parla di questo un po' di accessi riuscirebbe anche a farli.
Ma vuoi mettere quanto più facile sia così.


tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette
tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette
tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette
tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette
tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette
tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette
tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette
tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette
tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette
tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette
tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tettetette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette tette           

17 commenti:

  1. c'è tutto un mondo ancora da scoprire

    https://www.google.it/search?q=man+with+boobs&oe=utf-8&aq=t&rls=org.mozilla:it:official&client=firefox-a&um=1&ie=UTF-8&hl=it&tbm=isch&source=og&sa=N&tab=wi&ei=1DK6UaSwH4nb4QTp3oDACw&biw=1280&bih=584&sei=1zK6UZfyI4rw4QSx0YHoDQ

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me pare un mondo da coprire...

      Elimina
  2. Uhm ... quante visite hai avuto dopo questo post???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. son passati i testimoni di geova...

      Elimina
    2. io sono passato solo per il culo verde

      Elimina
    3. io per il culo scritto in bianco.

      Elimina
    4. finalmente una persona che ha un po' di gusto...

      Elimina
    5. e pensate che è stato proprio il Giack, molti anni fa, a spiegarmi 'sto trucchetto delle parole scritte in bianco...

      Elimina
    6. che dire ... ce n'è per tutti i gusti qui :)

      Elimina
    7. per tutti i disgusti anche... è il blog delle larghe intese ^_^

      Elimina
  3. "Tutte le immagini utilizzate in questo blog appartengono ai legittimi proprietari. Molte le ho trovate con Google. Alcune le ho fatte io. Comunque prima di denunciarmi magari avvertitemi che le tolgo.
    I testi diciamo che li ho scritti tutti io"

    questa è la cosa più divertente che ho letto questa settimana. e io leggo tanto eh. Anche te!
    :)

    RispondiElimina
  4. se mi viene in mente da dove l'ho copiata ti metto il link...

    RispondiElimina
  5. Ma il pene ha lo stesso potere o no? intendo dire che potrebbe esserci discriminazione di genere, le tette sono il successo e il pene? dove lo mettiamo? Nel senso, fa audience anche lui? a nominarlo ne vale la pena? Il pene? dico...

    p.s: mi sei terapeutico in questi giorni di DDDoLLLoRe!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando dici pene intendi cazzo, vero?
      e comunque no, il pene non tira... (ahahahahaahahahahahah)


      ma che dolore hai? a parte quello esistenziale, dico.

      Elimina
    2. al piede.... che da un calcio in culo al dolore esitenziale.

      Elimina
  6. e io te l'avevo detto che il tacco 16 c'aveva le sue controindicazioni... ma lei vuol far la figa...

    RispondiElimina
  7. Come si chiama la tipa coi grando seni belli?

    RispondiElimina

È l'ultima cosa che potrete dire in questo posto. Pensateci bene prima di scrivere le solite cazzate...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...