2.5.13

Secondo omaggio


Mi guarda come si guarda la neve di notte, con gli occhi mai fermi, mai fissi su me ma sempre a cercare una luce di contrasto, qualcosa che dovrebbe esserci per forza dietro.
Non ha un peso quando mi guarda così. E l'impressione è quella di poterla sollevare senza sforzo sopra la testa, solo tenendola per i fianchi.

(Come fosse uno di quei pupazzi gonfiabili di plastica dura.)

L'impressione è quella di poter lasciarsela sfuggire nel vento, sospinta da qualche corrente ascensionale come un aquilone. Via. Mentre ancora ti guarda con quegli occhi densi. Via, a perdersi oltre al limite sicuro della punta delle dita. Cielo.

Sarà per questo che mi guarda e vorrei abbracciarla stretta. Di più.
Senza nessuna curanza dell'inganno che è, non tanto che rappresenta ma che è.

"hai presente l'entaglement?", mi dice.
"sì"
"ecco, siamo così: non importa lo spazio fisico che ci divide, continueremo a influenzarci per sempre", e sorride soddisfatta "è l'equazione di Dirac, la più bella del mondo!"
"ma così bella può essere una condanna?"
"non lo è?", e sorride.
"è solo la pena che devo scontare..."

Inclina la testa mordendosi le labbra, ed è lì che ha vinto lei.
"voglio farti un altro regalo!"
"un altro? e il primo qual è?", nemmeno mi accorgo di essere impigliato in una rete che è già stata issata fuori dall'acqua.
"questa irrimediabilità", e libera le labbra dalla stretta degli incisivi.

Poi prende il suo regalo e se ne va.

11 commenti:

  1. bella la cosa della neve! va' che ogni tanto tiri fuori delle perle mica da poco.
    pac pac.

    RispondiElimina
  2. di' la verità che hai letto solo la prima riga

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nono, sono arrivata fino in fondo perché credevo la storia si sarebbe sviluppata in una serie di immagini a forte carica erotica. ma mi son sbagliata. o forse non so capire.

      Elimina
    2. Cercherò di rimediare nella terza parte

      Elimina
    3. ottimo. regala un po' di vita a queste casalinghe disperate.

      Elimina
    4. Con tutto rispetto, credo che la cosa a cui ti riferisci sia il cazzo.

      Elimina
    5. è che non osavo pronunciarmi con tanta indelicatezza. sai, sono una signora

      Elimina
    6. Io, evidentemente, no

      Elimina
    7. oddio, come sai il virtuale è illusorio

      Elimina
  3. Dirac quello dell'impulso? (delta dirac e/o impulso unitario)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paul Adrien Maurice Dirac, lui!

      un figo!

      Elimina

È l'ultima cosa che potrete dire in questo posto. Pensateci bene prima di scrivere le solite cazzate...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...