10.1.12

Vivere per delle idee


Non sto scrivendo.
Non ne ho voglia. Non avrei neanche niente da dire.

Non penso.

Ho riempito di impeti romantici pagine della moleskine, in un passato recente.
Oggi non ne sarei capace. Non so dove l'ho nascosto.
So che è stata una questione di sopravvivenza. So che un giorno non lo sarà.

Scrivere sulla moleskine fa schifo. Quella piccola dico.
Il fine riga arriva più veloce dei pensieri che hai in testa, e in quella caduta, nel rassegnato raggiungimento della prossima partenza le percezioni evaporano, le cognizioni deragliano, le parole mutano.

Le idee si sgretolano.
Povero Chatwin!

Idee.
Qualche tempo fa ho pubblicato questo.

Stavo lavando i piatti quando mi è venuta l'ispirazione.

Oggi, girovagavo per l'internet e trovo questo.

Chissà se stava lavando i piatti anche chi l'ha fatta.

Comunque la nascita delle idee è un argomento che mi affascina.
Questa immagine e la mia sono la stessa cosa?
Fosse anche che l'altro, e non è il caso, abbia visto prima la mia. Sarebbero la stessa cosa?
Quella persona non ha lavato i miei piatti, non ha nemmeno catturato quella lucertola a sei anni, né tantomeno ha fatto piangere quella ragazza per poi pentirsene. Lei oggi non ha fatto i miei sbagli, non era nemmeno lì quando mi sono perso in certi pensieri troppo lontani da me.

Quella persona non è me.
E quel che ha fatto, fosse anche stato identico a quel che ho fatto io, non è una copia.

Il plagio non esiste. Esiste di sicuro la truffa, l'arrichimento illecito con un'idea di un altro. Ma il plagio, la riproduzione, la copia esatta, quello no. Un'opera è pregna d'intenti, gocciolante di vissuto, carica del significato che chi la crea le dà, fosse anche la creazione della copia di una copia da una copia.

Copiosamente.

A questo punto mi viene sempre in mente il Pierre Menard.
Dovrei provare a riscriverlo forse un giorno. Identico.

Comunque, la potenza della rete è che le idee sono in diretta.
Se pensi a qualcosa e hai un po' di pazienza puoi verificare subito se c'è qualcuno che l'ha pensata prima di te.

Io di solito lo faccio.
E' per questo che ci metto tanto a scrivere. Mi perdo.
Cerco, salto di qua, di là, poi mi metto a leggere, poi clicco un link, poi cerco un'altra cosa che mi sembrava fosse e invece, poi magari provo a vedere se inglese, o in spagnolo... e via così!

L'altro giorno ho pensato a questo.
E come si può vedere è già stata fatta.

D'altronde anche quell'altra era già stata fatta.




Maledetti americani! Alla fine vincono sempre loro...

Quindi?
L'originalità esiste davvero? Oppure è solo la copia di qualche altra qualità?

In realtà poco importa.
L'importante, e questo lo dico io, è che ci sia gente che pensa, gente che crea, gente ha delle idee.

E se poi 'sta gente si scanna per stabilire chi l'ha avuta per prima quell'idea, beh, può essere un'idea anche quella.

10 commenti:

  1. Deve pure passare il tempo, no? a scannar gente il tempo vola...
    Issohardtosee.

    RispondiElimina
  2. Bentornata da queste parti, Isso...e non sparire di nuovo, eh? ;)

    RispondiElimina
  3. a scannar gente il tempo passa a squarti d'ora...

    Isso, sparisci quando vuoi.

    RispondiElimina
  4. No, ma io sono un po' come la luna... non sparisco veramente... ci sono anche quando non mi si vede...
    (e qua ci vuole un pernacchione alla Totò proprio...)

    RispondiElimina
  5. Ancor non sei tu paga
    di riandare i sempiterni calli?
    Ancor non prendi a schivo, ancor sei vaga
    di mirar queste valli?

    RispondiElimina
  6. Isso, come puoi non sentire la mancanza di un sì mirabile animo poetico, al cui confronto io son poco più che un'ombra errante (e, tengo precisare, non spernacchiante)?

    RispondiElimina
  7. Bé... tale è la vita mortale!

    RispondiElimina
  8. E' tornata, LEI è tornata!!! Ci voleva questo tuo post per farla venire di nuovo tra noi. Ciao, bellissima, un po' mi manchi, sai? Era stato bello incontrarti anche solo virtualmente :-)

    @ Mauro: Io a chi mi ruba le idee spezzo le ginocchia. Concretamente, non virtualmente.

    RispondiElimina
  9. @Minerva Giuro che non ho non mai toccato una delle tue idee, l'idea non mi ha nemmeno sfiorato...

    Le mie idee invece le lascio tranquillamente lì, tanto... Come quella volta che mi sono venuti i ladri in casa e, oltre a non aver trovato niente da rubare, mi hanno anche lasciato 10 euro sul tavolino

    RispondiElimina
  10. Ciao Minerva-collega... bada io vi osservo tutti... sono come la camorra ;)

    RispondiElimina

È l'ultima cosa che potrete dire in questo posto. Pensateci bene prima di scrivere le solite cazzate...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...