29.2.12



Io dico solo all'autorevole quotidiano La Repubblica che se una generazione ha avuto dei traumi infantili a seguito della struggente visione di un film, non mi sembra proprio il caso di rivangare e riproporre tali scene in modo subliminale per innescare chissà quale reazione emotiva o addirittura, ma spero di no, per compiere non so che brutale esperimento sulle nostre menti deboli e già ripetutamente plagiate.




P.s. Il cavallo di Atreyu si chiamava Artax.

4 commenti:

  1. Oddio.. dio.. dio.. dio... perchéééééé????
    Atreyuuuuuuuuuuu.....

    RispondiElimina
  2. Sai, i tuoi post risvegliano la parte insensibile della mia anima... E questo - benché apparentemente paradossale in quanto contraddizione in termini (ma, ti assicuro, nei fatti possibile) - non è bello.

    RispondiElimina
  3. Ecco, appunto!

    Avete capito cosa intendevo...

    RispondiElimina
  4. Quando si dice giocare slealmente...tra l'altro qui non potevano nemmeno farci credere che stessero girando il remake...

    RispondiElimina

È l'ultima cosa che potrete dire in questo posto. Pensateci bene prima di scrivere le solite cazzate...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...