20.7.13

Adriatic Rimming


Allora, ogni tanto bisogna anche essere solidali e cercare di aiutare gli altri.
Insomma, c'è 'sto utente del blog che dopo aver visto Pacific Rim, invece di fustigarsi per il pugno-gomito e per il robottone analogico che va con centinaia di motori diesel (che io la prima macchina che ho avuto è stato un mercedes 240D scassatissimo che la radio si poteva ascoltare solo con la macchina spenta da quanto rumore faceva) e rendeva tantissimo in ottica di raccolta punti della Q8, dopo aver visto il film gli è venuta un'idea per un nuovo robot.

L'utente vabbé è Giuseppe, ma dato che di lui si conosce solo il nome e non c'è un link, una mail, un riferimento, dietro a quel nick potrebbe nascondersi anche Alan Moore, o Neil Gaiman, o Grant Morrison. Comunque è molto più probabile che ci si nasconda Flavia Vento.
(Di sicuro non è Checco Zalone che son due giorni che sta girando un film di fianco al mio ufficio e non l'ho mai visto al pc...)

Siccome dice che questo ie fa el culo a Gullermo Del Toro, parole sue, ho deciso di spenderci il tempo di un post, tanto per incoraggiarlo.

Il plot è più o meno questo:
nel 2050 la Terra è invasa dai rifiuti. Ma tipo che anche tutti dicono di no. Chiedi di sposarti ed è un no, mandi i curriculum e manco ti rispondono. Comunque, sacchi di immondizia ovunque.
Vengono riunite le menti più brillanti del mondo per risolvere la situazione: "Costruiamo un muro!" "Arrestiamoli!" "Rimandiamoli al loro paese!" "Rifiutiamoli di nuovo in modo da annichilirli". Ognuno ha la sua teoria.
Fino a che l'idea: il problema è la società moderna con tutti i suoi imballagi, bisognerebbe quindi costringere tutta la popolazione mondiale a rinunciare alla modernità. Magari a diventare vegetariana, preferibilmente asceti. Ecco, basterebbe trasformare tutti in buddisti. E così viene realizzato un raggio in grado di trasformare tutti in buddisti, siamo nel 2050 ci sono abbastanza conoscenze scientifiche.
Vengono radunati i rappresentanti di tutti i governi mondiali per la prima dimostrazione.
Purtroppo però qualcosa non funziona. Il raggio colpisce tutta la platea ed effettivamente si manifesta con gli effetti desiderati: tutti si sono convertiti all'istante. Purtroppo però qualcosa nella conformazione del raggio si rivela letale e un attimo dopo ognuno degli astanti risulta fatalmente morto.

Ma essendo ormai buddisti tutti si reincarnano, ma essendo essi dei politici figli di puttana merda che hanno sempre sfruttato noi cittadini merda mangiapane a ufo, insomma, non essendosi comportati granché bene in vita si reincarnano propro in quei rifiuti che intendevano debellare.

Ecco, si crea così una nuova società formata da rifiuti senzienti e figli di puttana, politicamente scafati e puntualmente cinici, che si coalizzano per conquistare la Terra.

Per fronteggiare questi rifiuti abbiamo dovuto creare noi stessi un rifiuto: Tetrapack (cioè, Giuseppe l'ha chiamato Tetrapack ma si può anche fare un sondaggio per trovare un nome migliore. Tipo Mater-Bi o Secco Indifferenziato, che è molto bello).

'sto robot in pratica è formato da 4 mecha a forma di cassonetto che si uniscono tra loro gridando "Recycler!" e formano questo robottone in grado di tener testa ai temibili kaiju fatti coi sacchetti grandi da condominio, quelli con le orecchie.

C'ha fatto anche il disegno, che non è un granché diciamolo





Ecco, se adesso fossimo in un blog figo, tipo da  Doc Manatthan o RRobe, basterebbe dire fateci il disegno e arriverebbero dei disegni fighissimi fatti da gente che è giusto una spanna sotto a Michelangelo.
Siccome siamo in un blog scrauso, c'ho fatto io lo sfondo col paint, in modo che facesse un po' più Pacific Rim.

 

Caratteristiche
Altezza: 10 metri
Peso: dipende da quanto pieni sono i bidoni, e ricordo che la sabbia del gatto va nel secco
Segni particolari: avendo il bidone del vetro sul petto, a ogni passo fa un rumore della madonna e non riesce mai a cogliere il nemico di sorpresa
Armi:  strozzaggio col filo di plastica trasparente per chiudere i sacchetti, mini termovalorizzatore nella gamba destra, fialette di compostaggio, fogli di pluriball per distrarre il nemico, raggio mortale fatto con la polvere dei neon rotti
Arma finale: mummifica il nemico con un rotolo di carta riciclata unta di olio esausto e glielo fa asciugare addosso con una pala eolica
Armi che proprio vorrebbe: una catapulta 

Ah, i due piloti sono attaccati dietro come nei camion della nettezza urbana




Sigla!

4 commenti:

  1. Tutti dicono di no...anche Moore, Gaiman e Morrison quando chiedi se conoscono Flavia Vento (che però qui potrebbe andar bene come secondo pilota)

    RispondiElimina
  2. io dico che i piloti siete tu e giuse'.
    cmq voto decisamente secco indifferenziato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io preferivo Compost... ma mi han detto che c'è già un robot kazako che si chiama così. e ai kazaki ultimamente meglio non cagargli il cazzo!

      Elimina

È l'ultima cosa che potrete dire in questo posto. Pensateci bene prima di scrivere le solite cazzate...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...