10.2.14

Le colpe dei morti


Mi fa schifo la gente che litiga nei commenti sui siti dei giornali online, e mi fanno schifo le discussioni su wikipedia per spostare un certo paragrafo da un significato all'altro, e facebook, anche se facebook mi fa schifo a prescindere riesce a risultarmi ancora più aberrante in giorni come questo.

Mi fa schifo che qui, adesso, nell'imperantismo dell'uno vale uno, ci si debba prendere la briga di scapicollarsi per giustificare una strage, accusando, riproponendo, tergiversando, scagionando, rimbrottando. Come se ci fosse davvero un merito nella morte, quasi a tacciare di avventatezza chi sbadatamente ha finito i suoi giorni ammassato nel fondo di una buca.

Chi si avventa sulle cause, chi sui numeri, chi ripete frasi imparate a memoria. Come se fosse un problema dei morti, come se il senso fosse quello di far capire a quei corpi sommersi il perché della loro situazione, convincendoli di quel che è stato, posando loro una mano a scaldare la fronte e sussurrando che è andata bene così, che ovviamente non poteva essere altrimenti. Causa e effetto, è scienza, dinamica.

Come fosse un problema dei morti, e non un'occasione per i vivi di capirsi, di guardare avanti con una consapevolezza differente, una coscienza meno fumosa di ciò che si è, come uomini, uomini vivi.
E invece lo sguardo va indietro, più indietro, e indietro ancora, trasformando il ricordo in un inseguimento, un domino al contrario che ricolloca incessantemente i se. Ma se l'anno prima, e l'anno prima e prima. C'è chi arriva ai Romani, gli antichi Romani, giuro.

Perché siamo così, ci servono colpe e giustificazioni. Ce lo insegnamo da soli.
E ci accusiamo di ben altro sopprassedendo al mal altro.

Io so solo che non si dovrebbe morire, non così.
E per oggi è l'unico ricordo che voglio avere.

1 commento:

  1. I morti non possono difendersi né tantomeno partecipare alle "discussioni" dei vivi che tentano di strumentalizzare a beceri fini politici/patriottici/nazionalisti la loro morte...

    RispondiElimina

È l'ultima cosa che potrete dire in questo posto. Pensateci bene prima di scrivere le solite cazzate...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...