25.2.13

Ma davvero c'è chi si infila la matita copiativa nel culo prima di uscire dalla cabina?


Qualche tempo fa mi sono salvato tra i segnalibri del browser (credo si legga broiser) questo link qui.
Che di solito, a meno che non sia roba tipo Hotredheadwithfreckles, poi è roba che rimane lì fino al giorno in cui mi dico ma che cazzo mi sono salvato a fare 'sta merda chissà cosa avevo in mente.

[Generalmente ci sono due momenti contrapposti nelle mie epifanie: quello in cui mi rendo conto che da giovane ero più intelligente di adesso e a riprendere in mano una cosa fatta al tempo mi dico cazzo, adesso non mi sarebbe venuto di farla così sono degenerato; quello in cui mi rendo conto di quanto più stupido fossi da giovane, che ho fatto delle cose così male ma così male che nel me attuale non sarebbe nemmeno contemplata come ultima possibilità il farlo in modo talmente stupido.]

Comunque, della Teoria della Stupidità mi affascinò al tempo la quarta regola:
"Le persone non stupide sottovalutano sempre il potenziale nocivo delle persone stupide; dimenticano costantemente che in qualsiasi momento e luogo, e in qualunque circostanza, trattare o associarsi con individui stupidi costituisce infallibilmente un costoso errore."

Traduco per gli ingenui: le persone non stupide sono stupide.

Che è un po' come per quelle dimostrazioni coi numeri immaginari dove 1 è uguale a -1 e pensa a un numero moltiplicalo per quattro etc etc etc... Elefante!

Detto ciò, a me i complotti fanno sempre ridere.
Cioè, ridere come una persona non stupida che non si rende conto di essere stupida per il solo fatto di ridere di una cosa che invece non dovrebbe far ridere.

(non c'entra nulla, ma se c'è una cosa che mi fastidia è quando per far ridere si storpia la lingua scritta adattandola all'immaginaria lingua parlata. Gomblotto, blogghe, ggente.
Che una volta ho scritto ammerigani per fare il simpatico e me ne vergogno ancor'oggi, che dovrei stanarlo quel post e cancellarlo con la gomma abrasiva, quella rotonda anzi esagonale.
Ah, poi un'altra categoria che proprio anche no è formata da quelli che dicono diversamente qualcosa.
Diversamente etero, diversamente alto, diversamente magro, diversamente mocch' a bucchin' e mammt!
E il wasabi.)

Dicevo, i complotti mi fanno sempre ridere (sorridere?). 
Chi, in buona fede o meno, concede loro una cassa di risonanza no.
Perché davvero basta un cazzo per derimere certi dubbi, il problema è che i dubbi nemmeno ce li si pone, che tanto poi nessuno dice mai la verità ed è un complotto anche quello e diventa un complotto nel complotto, matrioske in cui man mano va sfumando l'ultimo bagliore di raziocinio.

Che adesso dovrebbe essere il momento del post in cui si tirano le fila, si spara la battutona finale su chupacabras, scie chimiche, signoraggio, matite copiative, macchine ad aria compressa, alberi di spaghetti e washball.

In realtà questo post finisce stupidamente qui.
Quand'ero giovane l'avrei fatto meglio, lo so.

E peggio.

(Sì, sono stato a Bologna. Appena mi si scongelano i ricordi dico due cose)

11 commenti:

  1. bè, se ti va puoi raccontarci un paio di cose male

    RispondiElimina
    Risposte
    1. due cose male?

      tipo che pensavo bisognasse cancellare i simboli che non si volevano eleggere e lasciare visibile solo quello scelto?

      o che siccome aveva un blocco della salivazione per l'emozione ho dovuto ciucciare la matita di quella nella cabina accanto alla mia?

      oppure che ho messo la scheda gialla nell'urna rosa e la scheda rosa nell'urna gialla ma siccome avevo umettato la matita si sono sciolti i colori e pareva una di quelle lavatrici che faccio quando ho sonno che c'ho tutte le camicie rosa?

      Elimina
    2. e tutto questo in gioventù? prima dell'era-grillo? sei molto avanti

      Elimina
    3. beh, a dire il vero sono tuttora in gioventù

      Elimina
  2. sapere che 1 = -1 mi ha fatto tornare all'itis... ma poi mi passa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, il problema grosso è l'uguaglianza istant pool e proiezioni

      Elimina
    2. Dev'essere di sicuro un complotto

      Elimina
  3. (Io sono nata a Legnano e da qualche parte ho letto sia la città più peccaminosa d'Italia. E io ho cambiato regione ... ma checc... :P)

    RispondiElimina

È l'ultima cosa che potrete dire in questo posto. Pensateci bene prima di scrivere le solite cazzate...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...