10.3.14

Finalmente una storia che finisce bene


Come si diceva nel post precedente, il blog è in pausa forzata a causa mancanza di corrente.
In realtà se sono qui che sto scrivendo significa che forse lo sto facendo dal pc, già, una speranza potrebbe esserci. Magari non vi spoilero subito il finale, o forse sì? Facciamo una cosa alla Memento che la prima scena è l'ultima e viceversa. Vabbé, immagino che questa tensione sia diventata insopportabile: è arrivato l'alimentatore!
Lo so, detta così pare che abbiamo risolto il problema della fame nel mondo, e invece no, invece è solo questo

Solo questo, e i suoi circa ottocento pirulini adattatori

Perché il mondo dei ricambi informatici ha deciso di percorrere la stessa strada degli allestimenti degli autogrill: devi seguire per forza un percorso imposto, non puoi scegliere, non puoi dire vado solo lì, prendo solo quel pirulino che è quello che mi serve, no, non è commercialmente interessante, devi passare anche di fronte al bancone dei salumi pepati, sfilare lungo la via dei tobleroni, portarti a casa oltre che l'adattatore per il tuo pc anche un cosettino di plastica per ogni computer che sia mai stato connesso alla rete elettrica.
Cioé, se io ho - dico una marca a caso - un Acer perché devo portarmi a casa anche gli adattatori dell'HP, della Dell, della Sony e via dicendo fino allo spinotto da 12 chili che serviva per connettere l'Eniac direttamente a un generatore diesel da 380 V?
Grissom prima di entrare nei CSI (non quelli di Lindo Ferretti)

Perché non te li vendono a parte i pirulini? Mi compro l'alimentatore e a parte il pirulino che mi serve a un euro. Ho due computer a casa? Mi compro due pirulini... due euro. Ma non è pensabile che io debba aprire una scatola con due file di cosi allineati come le pedine degli scacchi e sentirmi anche costretto a tenermeli che non si sa mai, come se non lo sapessi che comunque anche questo caricabatterie si spegnerà prima che io possa avere un nuovo computer.
E comunque, mica che il giorno che dovesse rompersi il computer mi farò influenzare dal fatto di averne già in casa l'adattatore quando dovrò comprarne un altro...

Ma cosa succede quindi agli adattatori che non verranno mai utilizzati?
Prendono vita di notte come i giocattoli di Toy Story e si raccontano le storie di paura intorno alla lucetta del trasformatore?

È vero che il mostro di Lochness non è altro che un enorme pirulino di un alimentatore?

Lo sapevate che connettendo tra loro tutti gli adattatori inutilizzati, presenti attualmente al mondo, si potrebbe ottenere un collegamento che copre la distanza tra la Terra e la luna?

Ma esistono degli adattatori non adatti?


Insomma, su 'sta cosa dei pirulini se ne è scritto fin troppo mi sa, eppure rimane ancora uno dei misteri inspiegati del 21mo secolo.
Steve Jobs disse prima di morire (anche perché se l'avesse detto dopo morto sarebbe stato davvero spaventoso...) che Luxo, la famosa lampada della Pixar avrebbe dovuto in realtà essere un jack di alimentazione.

Impressionante, davvero.

E comunque a posto. L'alimentatore adesso c'è. Il computer pare funzionare. Siamo pronti.
Ma cosa c'è da scrivere? Per ora nulla. Ma proprio niente.
Finalmente una storia che finisce bene...

13 commenti:

  1. più pirulini, più gente che lavora per schiacciare i pulsanti delle macchine che li creano, più gente che lavora per smaltirli. i pirulini fanno girare il mondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma tu sempre qui sei? ma non è che sei in astinenza da pirulini?

      Elimina
    2. immagino tu, da padrone di 'sto posto, abbia il potere di bannarmi. usalo!

      Elimina
    3. ma i bans sono tipo i cori degli scout? il cocomero tondo tondo, il fachiro Casimiro, un petit squalò?
      Io il ban posso anche usarlo ma non è che sia intonatissimo... cosa ti faccio? Cacca al diavolo fiori a Gesù? BananaCoccoBaobab?

      Ah, i leocorni... Ti banno con quella, ci son due cocchi brilli e un orango stanco, il due picchio li serpenti, un'aquila leale, il gatto è troppo le lefante non manca più nessuno, solo non si vedono i due alicorni

      Elimina
    4. veramente il mio era un velato messaggio sessuale teso a limitare la mia astinenza da pirulini ma se vuoi cantare, vabè, canta.

      Elimina
    5. ma vedi a non aver studiato l'inglese che si perdono le occasioni... colpa mia! Blame on me... immagino non sia più recuperabile la cosa eh? vabbé, canto...io credo risooorgeròòòò

      Elimina
    6. Allora aspetterò i tre giorni canonici! Una cosa per volta, giustamente...intanto ti sei già portato avanti con la resurrezione del computer

      Elimina
  2. Ma qui parlate sempre e solo di sesso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sempre meglio che farlo....

      Elimina
    2. Ah praticate l'astinenza dunque. Ora capisco tante cose.

      Elimina
    3. io pratico l'astigmatismo

      Elimina

È l'ultima cosa che potrete dire in questo posto. Pensateci bene prima di scrivere le solite cazzate...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...