21.8.13

Grazie per la tensione


Tu dici, ma chi te l'ha fatto fare di stare 20 (diciotto) giorni senza nemmeno accendere il pc?
Cioè, capisco stare senza giornali

(appunto mentale, scaricare gli ultimi 50 anni di copertine di Cronaca Vera, rilegarle e leggere solo quelle fino a fine anno)

[no vabbé, non potete capire. È la droga del millennio...]

{ahhhhhhhhhhhhhhhhhhh....}

solo un'altra, l'ultima, giuro...


Capisco stare senza tv

Ma senza l'internet?
Senza l'unica vera informazione libera, senza attraversare le nuove frontiere della conoscenza, senza l'immediatezza e la responsività dei social media?

E in effetti c'hai ragione, dico. Cosa mi sarà mai saltato in mente?
Facciamo che adesso mi metto e recupero.

Apro facebook

(che dico, cosa facciamo? ci diamo la figa a forza? cioè, la figa dico... che non ce n'è abbastanza per noi e dovremmo anche spartirla per aiutare 'sti qua a diventare eterosessuali? nella spiritualità, tra l'altro! ma ti pare che andiamo a sprecare la figa nella spiritualità? ma robe da matti...)

Apro twitter.
E penso, ah si è sentito chiamato in causa.

Allora mi leggo Matteo 25 (che non è il nick eh. Io una volta l'ho conosciuto un Matteo25 in chat e vi assicuro che 25 non erano gli anni...)
Ve lo copioincollo che siete pigri.

Allora il regno dei cieli sarà simile a dieci vergini che presero le loro lampade e uscirono incontro allo sposo. Cinque di esse erano stolte e cinque sagge; le stolte presero le loro lampade, ma non presero con sé l'olio; le sagge invece, insieme alle loro lampade, presero anche l'olio in piccoli vasi. Poiché lo sposo tardava, si assopirono tutte e si addormentarono. A mezzanotte si alzò un grido: "Ecco lo sposo! Andategli incontro!". Allora tutte quelle vergini si destarono e prepararono le loro lampade. Le stolte dissero alle sagge: "Dateci un po' del vostro olio, perché le nostre lampade si spengono". Le sagge risposero: "No, perché non venga a mancare a noi e a voi; andate piuttosto dai venditori e compratevene". Ora, mentre quelle andavano a comprare l'olio, arrivò lo sposo e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa. Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire: "Signore, signore, aprici!". Ma egli rispose: "In verità io vi dico: non vi conosco". Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l'ora.

Che è la storia di uno che si sta per sposare in un colpo solo 10 vergini. (che poi c'han ragione a lamentarsi che non si trova figa in giro per guarire i omosessuali, finché c'è 'sta gente che se ne sposa 10 a botta...)
Comunque, questa è una parabola per dimostrare che il 50% delle donne è stupido. Infatti, mentre metà delle vergini s'inventa la scusa dell'olio per sgamare via, le altre cinque si fanno fregare e sono costrette a sposarsi il solito stronzo che le ha fatte aspettare fino a mezzanotte che chissà dove cazzo era stato e c'aveva ancora l'alito che puzzava di alcool e Vagisil.
(che comunque, dato che anche le altre 5 a un certo punto provano a tirar giù la porta per entrare, credo che la parabola voglia allargare 'sta cosa della stupidità al 100% delle donne. Secondo la chiesa eh, che secondo me le donne sono quanto di più meraviglioso possa esistere al mondo e le metto giusto un mezzo scalino sotto alla pizza...).

[ma che poi, 'sti cazzo di cattolici son sempre lì a sfrantumarci i maroni sul matrimonio tradizionale che è l'unico che segue le leggi naturali (ahahah, ma nemmeno a Quark ho mai visto le nozze dell'ornitorinco), e nel vangelo c'è 'sto tizio che si sposa  cinque vergini? Che si suppone che la sera stessa se le sia anche scopate. Tutte e cinque. Tutte vergini.

]

Vabbé, apriamo i siti di informazione che è meglio.

Che uno dice, vabbé il mondo deve finire qui, ci meritiamo tutto. Ci meritiamo gli scii chimichi, l'esercito di Silvio, il Papa Buonissimo, Facebook, le olgettine, le repliche di Uomini e Donne, gli aeroporti australiani. Ci meritiamo i film di Natale, l'oroscopo di Paolo Fox e quando ci metti un'ora a ordinare un sandwich.
Ci meritiamo agosto, tutto ce lo meritiamo. E i canguri pixelati.

Che poi, per nascondere cosa? Quello che sanno tutti, una verità inconfutabile ma che pare un sacrilegio dire. Meglio pixelare che fare i conti con ciò che si è, con la natura che tanto invochiamo a sproposito per dimostrare le nostre convinzioni più sconclusionate.

La cruda realtà è nascosta dietro quei quadratini sfocati, la cruda realtà ci dice soltanto che il canguro è come l'uomo, e come l'uomo...
...la testa ce l'ha al posto del cazzo!

8 commenti:

  1. un ragazzino che mi legge sotto un melo la storia erotica della segretaria in gonna che sale le scale e del datore di lavoro che la spia, pagina centrale di un vecchio cronaca vera, ha segnato la mia adolescenza. se ti stampi le prime pagine, potresti fare una copia in più? pago.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a trovarla... pare impossibile che nel 2013 nessuno abbia ancora fatto una raccolta delle scansioni. Solo in Italia...

      Elimina
    2. ma tu eri la mela o il serpente?

      Elimina
    3. La madonna poverina de Mauro...

      Elimina
  2. vuoi forse dire che siamo gemelli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. voglio dire che potremmo diventarlo. siamesi.

      Elimina

È l'ultima cosa che potrete dire in questo posto. Pensateci bene prima di scrivere le solite cazzate...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...