30.6.14

La caduta delle idee (tutto il resto è no)


Ho sempre scritto per noia. Quantomeno in questo blog.

Magari quand'ero adolescente ci sono stati dei momenti in cui ho scritto perché era l'unico modo con cui riuscivo comunicare certe cose. Non era vero, tra l'altro, non ho mai comunicato un cazzo di quel che avrei voluto. Probabilmente perché ero il primo a trascendermi, o forse solamente perché una volta che hai scritto le parole non sono più tue, non importa più niente del significato che avresti voluto attribuire loro.

Ho scritto le parole degli altri, nell'attimo in cui le grattavo via dalla punta delle dita come sporco non erano più mie, non erano più quello che volevo dire. Per questo lo scrivere non mi serve per comunicare.
In aggiunta, anche a trovare il modo di scrivere in modo talmente universale da renderlo un mezzo di comunicazione, si inserisce un'ulteriore complicazione: non ho messaggi da comunicare. Mai ho percepito l'urgenza di raccontare, mai una storia da condividere, mai un'apertura d'animo, uno sfogo.

Per questo, qui ho sempre scritto per noia.

Ora, ho un tot di post che mi sono scritto testa, ce n'è uno figo sull'ordinanza del nuovo sindaco di Padova che impone l'obbligo del crocifisso in scuole e uffici comunali, quattro cose in croce s'intitola, è blasfemo.
Ma blasfemo tipo che la roba meno blasfema che c'è scritta è una similitudine tra la sofferenza del Cristo e quella della ragazza nella scatola segata a metà dal mago. 
Poi ce n'è un altro che s'intitola lettera a un bambino marinato, però non so ancora di cosa parla.
Mentre ci sarebbe da trovare il titolo per quel post sulle telecronache dei mondiali coi nomi di calciatori tipo Onazi,

 che ogni volta che fan qualcosa senti il telecronisca che urla TRAVERSA DI ONAZI! e pare sempre che stia bestemmiando...

Ovviamente si può sempre far di meglio.




Ecco, e come questa di robe importanti ce ne sarebbero anche.


Solo che non mi annoio abbastanza.

E quindi sì, questo dovrebbe essere uno di quei post per salutare tutti, ringraziare quelli che mi sono sempre stati vicino  e implicitamente mandare tutti a cagare che io me ne vado fanculo a 'sta cazzata del blog e speriamo di non risentirci mai più.

Ma sono a favore dell'accanimento terapeutico. Ho sempre pensato che sia necessario morire fino all'ultimo.

O forse è solo che non mi annoio abbastanza


Nessun commento:

Posta un commento

È l'ultima cosa che potrete dire in questo posto. Pensateci bene prima di scrivere le solite cazzate...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...