12.6.15

Ecomostri (legioni a statuto speciale)


Ha ragione Umberto Eco, internet ha dato in mano un megafono a legioni di imbecilli!

Cioè, finché erano chiacchiere da bar passi anche, ma oggi, nel 2015, con l'interconnessione globale, scrivo in Islanda e mi leggono in tempo reale in Nuova Zelanda, con tutta la conoscenza globale disponibile a chiunque abbia la pazienza di mettere due righe di ricerca nella barra di Google.
È davvero incredibile, anzi, improponibile che nonostante tutte le possibilità e i mezzi che ci sono per informarsi, 'sta gente passi il tempo sui social a sentenziare cazzate.

Figuratevi che l'altro giorno c'era uno su Facebook che insisteva su questa cosa delle scie chimiche. Oh, convinto di avere ragione! Continuava a dire che non esistono, che sono tutte cazzate, che sono le scie di condensa degli aerei. Capite con che elementi ho a che fare io ogni giorno?
Questo è quello che ha prodotto internet: pecore belanti senza nessuno spirito critico, che ripetono la lezioncina che gli è stata inculcata da chi ha fatto loro il lavaggio del cervello.

Al che io inizio a dargli dei dati scientifici sull'impossibilità di formazione della condensa ad altezze sotto gli 8000 metri con un'umidità inferiore al 70%, gli chiedo se nelle enciclopedie di cinquant'anni fa per caso parlavano di scie di condensazione, gli linko anche articoli interessanti sul tema, e questo come mi risponde?
Solo per farvi capire il livello di questi imbecilli (l'ha detto Eco!), mi fa: ma allora perché non le fanno invisibili?
E che vuoi rispondergli? Gli fai una carezza sulla testa e gli dici di ritornare al calduccio della sua coperta di Linus di disinformazione.

E quell'altro? Quello che continuava a rompermi le palle perché diceva che quei cazzo di extracomunitari dei Rom sono solo lo 0.2% della popolazione. Che più della metà ha la cittadinanza italiana, quindi anche se gli dici torna a casa tua questo già c'è.
Ma 'sta gente lo mette il naso fuori di casa? Questi sono dappertutto! Li portano coi barconi per depredarci.
Ché 'sti imbecilli (lo ha detto Eco!) appena gli dici "e allora portateli a casa te!", partono con la solita retorica populista dei fondi dell'Unione Europea, e i rifugiati, la fame, le guerre, l'Africa... Ma cazzo, la facciamo apposta la guerra lì in modo di non farla qui!
Che, non so se l'avete notato, i clandestini stanno diventando così pericolosi che fra un po' ruberanno più degli zingari (cosa già difficile visto che i nomadi con i loro trucchi hanno praticamente annullato la minaccia degli albanesi, che tra l'altro avevano annichilito completamente il pericolo della razza terrona che da sempre incombeva sulle nostre case nordiche [e poi hanno il coraggio di dire che siamo noi che ci facciamo propinare sempre un obbiettivo differente, un qualcuno a cui dare la colpa della nostra sfortuna o incapacità. Imbecilli!).

Io davvero non capisco, ci sono persone intelligenti che ancora hanno un minimo di raziocinio (ne conosco molte tra i miei amici) che ogni giorno si affannano a condividere il pericolo che incombe, leggono i titoli, studiano, scrivono post su post per aiutare la gente ad aprire gli occhi, e tutto quel che ottengono sono lo scherno e la derisione da parte di questi leoni da tastiera.
Gli abbracci dei Gianni Morandi, le puntualizzazioni non richieste dei soliti detentori della verità, e l'elettolisi, e la termodinamica, e le leggi della chimica, e la costituzione, e i gay non fanno schifo (che boh, voi mi potrete dire, e sono d'accordo, che un gattino malato mica fa schifo anzi, però a mio avviso sono malattie diverse), che in natura non esiste la natura, che per la ruspa serve il patentino MMT e la patente C a seconda delle dimensioni (della ruspa, perché se era a seconda delle dimensioni del pene del nostro Capitano Matteo S., ci voleva la patente C++).

Io pensavo che internet fosse un'opportunita, il mezzo definitivo per la circolazione delle idee e della verità, il grimaldello con cui avremmo finalmente scardinato questo sistema che il NWO ci sta imponendo. Ci credevo davvero. E invece, guardale lì, legioni di imbecilli a scrivere che non è vero, a dare soldi di click-baiting ai siti di debunking, a bersi qualunque cazzata pur di non accettare che la verità a volte è ben più semplice di quel che è, che non basta dire in qualche post che i rettiliani non si stanno impadronendo della nostra civiltà perché magicamente i rettiliani scompaiano.
Davvero, tanta ingenuità a volte mi sorprende, da troppo tempo tutti a guardare la luna e si sono ineluttabilmente persi di vista il dito.

Ma poi penso che forse ha proprio ragione Umberto Eco, che internet ha dato voce a legioni di imbecilli. E allora niente, almeno ho la fortuna di non essere uno di loro.

Spero nemmeno voi.




2 commenti:

  1. Te l'ho sempre voluto dire ma non te l'ho mai detto e te lo dico ora: sei geniale.

    RispondiElimina
  2. sì mamma lo so... non ti chiamo mai, lo so... è che ho finito i soldi sul telefono

    RispondiElimina

È l'ultima cosa che potrete dire in questo posto. Pensateci bene prima di scrivere le solite cazzate...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...