14.3.12

Innumerevoli


Oggi è la festa del Pi Greco.
Il ∏ Day, che si sa gli americani scrivono prima il mese e poi il giorno (e prima sparano e poi chiedono chi va là?), e oggi è il 03.14.

Che poi, per quel che mi riguarda, la festa del Pi Greco dovrebbe essere ogni giorno, che non è giusto ricordarselo solo una giornata all'anno, ché qui si parla di diritti matematici e non di un'occasione per uscire a andare a vedere dei numeri di Fibonacci che si riducono a fattoriale e si elevano a potenza.
Cioè, un conto è la ricorrenza (teorema della ricorrenza, dico), che ci sta, anche se ormai i tempi sono cambiati, e un conto sono quei Pi Greco che escono solo oggi perché il resto della loro vita lo passano in qualche equazione a ridursi ai minimi termini, servi di un rapporto irrisolto.

E allora i Pi Greco veri non sono quelli che oggi festeggiano, no, i Pi Greco veri combattono perché tutti possano essere  considerati per ciò che sono e non solo un numero. Cose serie, insomma.

Comunque, a leggerne su internet questa costante matematica desta sempre interesse e stupore.
Sarà l'irrazionalità, sarà quel suo essere trascendente. Sarà che a leggere le cose su internet tutto sembra figo (o una merda. O lol. O Repubblica.it.). Fatto sta che a essere Pi Greco oggi mica c'è tanto da stare allegri, che Standard & Poor's già sta pensando di declassarlo a 3,13 che quel che arriva dalla Grecia, si sa, se non è a rischio default neanche lo consideriamo più.

Se volete saperne di più c'è Wikipedia, ché mica posso mettermi qui a copiare e incollare ogni volta, manco fosse l'angolo del decoupage.

La notizia più interessante comunque è che "la più pressante questione aperta su π riguarda il fatto che sia o meno normale, cioè se la frequenza con cui è presente ogni sequenza di cifre sia la stessa che ci si aspetterebbe se le cifre fossero completamente casuali".  

Cioè, ho sentito gente dire le stesse cose di me.


(la sapete una cosa interessante? Esattamente tra un anno verrà eletto un nuovo Papa.
Il Papa della fine del mondo. Un Papa della pampa. Unpapaunpapa. Come faccio a saperlo?
Ho trovato un modo di utilizzare il Love Calculator di Jamba per predire il futuro)

[ah, sarà anche un Papa che odia gli omosessuali, gli atei ma non i dittatori. Inizia per Ber...]

4 commenti:

  1. Farneticazione15 marzo 2012 09:41

    Questo è uno di quei tuoi post che trovo acutissimo e di grande talento. Secondo me prima o poi qualcuno ti noterà!
    Non che ci abbia capito moltissimo: quanto si leggono i tuoi post ormai è scontato che più di qualcosa debba sfuggire, l'impossibilità di comprendere tutto pienamente è l'ingrediente segreto dei tuoi post (infatti quando non usi caotici aggettivi, fai citazioni, rimandi, allusioni continue e fuorvianti).
    Ma si capisce che è geniale e quella battuta finale è fantastica.

    RispondiElimina
  2. No, fermi tutti! Cosa vuol dire noterà? No no no

    Ecco adesso non scrivo più, che ho paura che mi notino. Che poi chi è che mi noterà? Gli Illuminati? Gli uomini in nero? Gli autori del GF?

    In realtà è solo un imbroglio, non c'è nessun sottotesto, nessun significato nescosto, nessun livello di lettura, nessuna erudizione. Basta prendere cose a caso da internet, usare il punto e virgola ogni tanto, cercare su google un sinonimo per 'bello', 'brutto', 'erubescente'.

    Non era una battuta.

    RispondiElimina
  3. Io ti ho notato, non sei preoccupato neanche un po'? ;)

    RispondiElimina
  4. dici che dovrei? mi viene meglio preoccuparmi per qualcuno che non preoccuparmi di qualcuno (sì ok, l'italiano è lingua ambigua e non mi viene molto in aiuto in questo caso, ma hai capito cosa intendo)

    RispondiElimina

È l'ultima cosa che potrete dire in questo posto. Pensateci bene prima di scrivere le solite cazzate...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...